Comune
  • Tram a Padova: un sogno, un impegno, una scelta
  • Tram a Padova: un sogno, un impegno, una scelta
  • Tram a Padova: un sogno, un impegno, una scelta

Tram a Padova: un sogno, un impegno, una scelta

Parlare di tram, sembra che per molti sia  un fastidio, o peggio, una catastrofe annunciata mai sopita, mal sopportata dalla quale allontanarsi rapidamente. Da una parte i commercianti di via Facciolati, dall’altra i difensori (o ex?) della  ciclabile di via Sografi al ponte di Voltabarozzo, dall’altra ancora i redivivi “No tram”,

Continua a leggere...
  • Mio intervento in Consiglio sui fatti successi a Padova il 17 luglio
  • Mio intervento in Consiglio sui fatti successi a Padova il 17 luglio
  • Mio intervento in Consiglio sui fatti successi a Padova il 17 luglio
  • Mio intervento in Consiglio sui fatti successi a Padova il 17 luglio

Mio intervento in Consiglio sui fatti successi a Padova il 17 luglio

Stiamo vivendo un momento complicato e difficile nel quale la violenza e i conflitti hanno sempre le prime pagine della stampa, anche locale. E ciò che è successo pochi giorni fa nella nostra città ne è la dimostrazione. L’analisi dei fatti è conosciuta nei dettagli col risultato che è montata

Continua a leggere...
  • Padova: ora tocca a noi!
  • Padova: ora tocca a noi!

Padova: ora tocca a noi!

Dopo la vittoria e la festa di domenica sera sempre più fragorosa e gioiosa man mano che arrivavano chiaramente i dati dalle sezioni elettorali che annunciavano la vittoria del nostro sindaco, siamo ancora un po’ frastornati. Il risultato è di quelli che contano, che si distinguono da quelli di molte

Continua a leggere...
  • QUARTIERI: vita nuova con i cittadini
  • QUARTIERI: vita nuova con i cittadini

QUARTIERI: vita nuova con i cittadini

utte le coalizioni che si oppongono a Bitonci affermano, qualora vincessero le elezioni, di ripristinare i quartieri, o comunque un organismo, che sia vicino ai cittadini. L’abbandono che hanno vissuto i quartieri in questi ultimi anni, dice il disinteresse verso le periferie, la mancanza assoluta di progettualità e di visione,

Continua a leggere...
  • Sergio Giordani è sempre stato con noi

Sergio Giordani è sempre stato con noi

Domani ci si ritroverà con Sergio Giordani, ufficialmente. In queste tre settimane, i sentimenti di molti padovani si sono trovati a scontrarsi con la triste realtà che la vita propone, spesso a propria insaputa e che ha, quel giovedì sera, colpito Giordani. Un dramma che ha ritrovato, nell’eccellenza della sanità

Continua a leggere...
  • Sergio Giordani è sempre stato con noi
  • Sergio Giordani è sempre stato con noi
  • Sergio Giordani è sempre stato con noi

Sergio Giordani è sempre stato con noi

Domani ci si ritroverà con Sergio Giordani, ufficialmente. In queste tre settimane, i sentimenti di molti padovani si sono trovati a scontrarsi con la triste realtà che la vita propone, spesso a propria insaputa e che ha, quel giovedì sera, colpito Giordani. Un dramma che ha ritrovato, nell’eccellenza della sanità

Continua a leggere...
  • Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare
  • Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare
  • Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare

Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare

 Sara, Francesca, Giovanna, Giulia, Irina,  , molti altri nomi, anche se di fantasia, che indicano che dietro ad ogni nome c’è una persona, una donna, uccisa o maltrattata  dal proprio marito o compagno non in grado di affrontare una separazione, una malattia, accettare una gravidanza. E questa debolezza dell’uomo, apparentemente tranquillo,

Continua a leggere...
  • Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare
  • Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare
  • Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare

Se, a Padova, le donne cominciassero a camminare

 Sara, Francesca, Giovanna, Giulia, Irina,  , molti altri nomi, anche se di fantasia, che indicano che dietro ad ogni nome c’è una persona, una donna, uccisa o maltrattata  dal proprio marito o compagno non in grado di affrontare una separazione, una malattia, accettare una gravidanza. E questa debolezza dell’uomo, apparentemente tranquillo,

Continua a leggere...
  • La città ha bisogno di essere abitata dai giovani
  • La città ha bisogno di essere abitata dai giovani
  • La città ha bisogno di essere abitata dai giovani

La città ha bisogno di essere abitata dai giovani

A guardare i numeri di Padova nel freddo linguaggio statistico, non c’è da stare allegri per il futuro della città. Da anni il numero degli abitanti non cambia di molto, anche se, negli ultimi anni, sono in inesorabile e continua riduzione. Ma, i numeri ci dicono anche, che sono in

Continua a leggere...
  • Padova, poca chiarezza sulla città che vogliamo: ci si occupa “solo” di primarie
  • Padova, poca chiarezza sulla città che vogliamo: ci si occupa “solo” di primarie
  • Padova, poca chiarezza sulla città che vogliamo: ci si occupa “solo” di primarie
  • Padova, poca chiarezza sulla città che vogliamo: ci si occupa “solo” di primarie

Padova, poca chiarezza sulla città che vogliamo: ci si occupa “solo” di primarie

Ormai il dibattito sulle primarie è diventato una struggente commedia che continua ad allontanare dai padovani e dalla città. Appelli di personaggi di primo secondo e terzo piano, contrappelli, assemblee sembrano coinvolgere chissà quante persone, poi cammini per la strada, parli con la gente comune, con le periferie della città

Continua a leggere...
  • “Padova ORIZZONTI 2030″
  • “Padova ORIZZONTI 2030″
  • “Padova ORIZZONTI 2030″

“Padova ORIZZONTI 2030″

Da circa un paio d’anni un gruppo informale, che nasce affiancando l’associazione di cultura politica ARGOMENTI2000 (www.argomenti2000.it),  si è trovato con cadenza mensile per riflettere sulla città di fronte allo stallo e alla mancanza di progettualità dell’amministrazione che nel novembre scorso ha chiuso in anticipo il suo mandato per i

Continua a leggere...
  • Padova ha bisogno di una rivoluzione
  • Padova ha bisogno di una rivoluzione
  • Padova ha bisogno di una rivoluzione

Padova ha bisogno di una rivoluzione

Qualcuno afferma che, per vincere le elezioni, non serve un programma, necessario invece per governare. Sembra quasi uno slogan per esimersi dal pensare e ripensare la nostra città. Padova non ha bisogno di un coup de théatre, della fantasia di un momento o degli slogan del candidato di turno senza

Continua a leggere...
  • Padova e centrosinistra: la difficile ma necessaria tessitura
  • Padova e centrosinistra: la difficile ma necessaria tessitura
  • Padova e centrosinistra: la difficile ma necessaria tessitura

Padova e centrosinistra: la difficile ma necessaria tessitura

In città ci sono molti movimenti tra diverse forze politiche e civiche: qualcuna con la propria identità e con la propria proposta, altre, al momento, cercano un po’ di visibilità. Naturalmente tutti hanno a cuore la città e vogliono rinnovarla ridandole un volto nuovo. Chi sta oltre il muro costruito

Continua a leggere...
  • Padova: sui giornali, troppi “candidati” sindaco
  • Padova: sui giornali, troppi “candidati” sindaco
  • Padova: sui giornali, troppi “candidati” sindaco
  • Padova: sui giornali, troppi “candidati” sindaco

Padova: sui giornali, troppi “candidati” sindaco

Sembra che durante le vacanze natalizie qualcuno abbia buon tempo e comunichi ai giornali i nomi dei candidati a sindaco. Ci sono autocandidature, quali Sposato con un paio di liste civiche, autoinvestiture, come Bitonci, con se stesso e qualche rimasuglio della sua ex  maggioranza, il M5S in silenzio, o quasi nonostante

Continua a leggere...
  • Padova: La città che vogliamo
  • Padova: La città che vogliamo

Padova: La città che vogliamo

Osservare dall’esterno tutto ciò che non sta succedendo nella nostra città, ci fa dire quanto ci sia bisogno di positività, creatività per generare speranza. A volte ci si imbriglia in particolarismi perdendo lo sguardo verso il tutto che aiuterebbe a stanare proposte e idee che proiettino Padova lontana dalla mediocrità

Continua a leggere...
  • Cari Padovani, si deve ricominciare.
  • Cari Padovani, si deve ricominciare.

Cari Padovani, si deve ricominciare.

La città da una settimana è senza sindaco. La belva ferita rincorre il suo trascorso attraversando canali televisivi, pagine di quotidiani, ripensando alla sua magnificenza decaduta. Parla di tradimento dei fedeli e urla al complotto ordito dai maggiorenti. Ma l’unico impietoso complotto, caro ex sindaco, è stato ordito solamente da

Continua a leggere...
  • Padova: che fare per la “meglio gioventù”?
  • Padova: che fare per la “meglio gioventù”?

Padova: che fare per la “meglio gioventù”?

A leggere i dati del rapporto Caritas 2016, sembra che per molti giovani non ci sia proprio speranza. Soprattutto al sud, molti sono disoccupati e si recano alla Caritas perché sono in difficoltà loro e anche le loro famiglie che, fino a poco prima, facevano da welfare. I dati non

Continua a leggere...
SPRAR a Padova: falsa testimonianza di Bitonci

SPRAR a Padova: falsa testimonianza di Bitonci

Si legge sui giornali che il sindaco ha accolto 36 rifugiati d.o.c., cioè quelli che piacciono a lui, col pedigree. Quindi rifugiati “veri” che hanno visto solo guerra, che qualcuno glielo abbia riconosciuto, che studino, che abbiano naturalmente un permesso per entrare nel progetto, che imparino la lingua e un mestiere.

Continua a leggere...
Padova, Consiglio comunale: Follia senza elogio

Padova, Consiglio comunale: Follia senza elogio

Il grande Erasmo nel suo saggio “L’elogio alla follia” descriveva la stessa  follia come necessaria per la saggezza e capace di generare cose che gli uomini, da soli, non sarebbero stati in grado di generare. Ciò che è successo l’altra sera in Consiglio Comunale, distrugge il senso della saggezza e 

Continua a leggere...
Il sindaco, l’ospedale e l’uomo della strada

Il sindaco, l’ospedale e l’uomo della strada

L’ospedale per tutti è un luogo frequentato controvoglia e in situazioni particolari: la nascita, la malattia, la morte.  L’uomo della strada, cerca di esorcizzare la malattia  e la morte e non ha tra i suoi primi pensieri l’ospedale anche se è consapevole della sua importanza.  Ogni tanto si è costretti

Continua a leggere...
Padova sta perdendo la sua anima

Padova sta perdendo la sua anima

Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom padovana, dà una lettura della città indebolita dall’incertezza: le grandi opere languono dietro gli annunci e i proclami, manca una visione della città  che è  ripiegata su se stessa, priva di un’idea complessiva di sviluppo .  Questo per capire quale è l’anima di Padova, che si sta

Continua a leggere...
Saia-Bitonci: repressione senza educazione

Saia-Bitonci: repressione senza educazione

Con la repressione, vera o presunta,  propaganda e consenso sono più facili e immediati. E’ evidente che, nel lungo periodo, ciò non  migliora il comportamento dei cittadini e quindi le regole devono essere aumentate, contorte, incomprensibili. In questo Saia e Bitonci sono maestri: tra ordinanze sindacali, regolamenti, ne sono state

Continua a leggere...
INCENERITORE-PADOVA: da giugno 2014 non inquina più. Quindi?

INCENERITORE-PADOVA: da giugno 2014 non inquina più. Quindi?

Oltre trent’anni fa un regista padovano presenta fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia, il film “L’inceneritore” con evidente riferimento al “mostro” di san Lazzaro. Erano altri tempi, altre sensibilità, altre proteste e altra polvere pesante e nera che si posava dappertutto in zona Padova est. Nel frattempo, passi

Continua a leggere...
Momento difficile per l’umanità

Momento difficile per l’umanità

Le ultime settimane ci presentano fatti drammatici: Orlando, Dallas, Dacca, Bagad, Nizza e il tentativo, un po’ rozzo, di golpe in Turchia rapidamente chiuso al prezzo di centinaia di morti e migliaia di arresti. I massacri dell’ISIS e la loro violenza talmente inaudita e intollerabile, tanto spettacolarizzata da diventare fonte

Continua a leggere...
Padova, Consiglio Comunale: maggioranza, addio al calumet della finta pace

Padova, Consiglio Comunale: maggioranza, addio al calumet della finta pace

Potremmo dire: “Finalmente”! Abituati al silenzio di rito o di necessità, sentire le parole dei consiglieri di Forza Italia è come la lieta notizia che qualcuno ha sentito il bisogno di dire ciò che pensa sulle folli, talvolta strane,  scelte dell’amministrazione a prescindere. Naturalmente il “nostro”, ha scalpitato come un cavallo

Continua a leggere...
Caro sindaco, non ci sono più parole…

Caro sindaco, non ci sono più parole…

Siamo quasi al giro di boa del mandato del sindaco di Padova e l’analisi del periodo non può essere che impietosa. Qualsiasi persona di buon senso, comincerebbe a porsi la domanda: dove stiamo andando? Ormai siamo al delirio di onnipotenza dove la conquista del potere ha provocato un salto di

Continua a leggere...
Tra cibo etnico e tradizione tra chiusura e cultura

Tra cibo etnico e tradizione tra chiusura e cultura

La proposta del ministro Franceschini di vietare la vendita di cianfrusaglie di ogni tipo nei centri storici e la presenza di camioncini che vendono cibo di ogni sorta attorno ai monumenti, viene firmata nel giugno 2014 dall’allora presidente della Repubblica Napolitano e inserita nel più ampio decreto Art Bonus. Il

Continua a leggere...
Ospedale: la foglia di fico per nascondere le vergogne

Ospedale: la foglia di fico per nascondere le vergogne

Una città in balia degli annunci, trasformata in un modello di mediocrità amministrativa, scarsezza di idee,  difesa ad oltranza del nulla, fiumi di inchiostro e ore di TV del “nostro” per dire che la città sarà presto risollevata dal baratro creato da altri, quelli di prima, sempre loro. In tutto

Continua a leggere...
Padova-Sanità: il sogno infranto.

Padova-Sanità: il sogno infranto.

Ormai le discussioni si svolgono nelle procure e si risponde attraverso  querele. Uno scampolo di storia padovana non solo irrequieta, ma che mette alla gogna il povero Pietro d’Abano, filosofo e medico vissuto tra il 1200 e il 1300 e che insegnò medicina nella nostra appena nata Università. A tenere vivo

Continua a leggere...
QR Code Business Card